PUBBLICA ASSISTENZA PONSACCO

118

SERVIZI DI EMERGENZA

 Che cosa è IL 118

Il 118 è un servizio pubblico di pronto intervento sanitario coordinato da un medico rianimatore attivo 24 ore su 24. La Centrale Operativa 118, fornisce una risposta appropriata in caso di urgenza ed emergenza mediante l’invio di mezzi di soccorso adeguati e l’eventuale ricovero in ospedale.

Quando chiamare il 118

E’ possibile ricorrere al 118 in caso di:
    grave malore
    incidente stradale, domestico, sportivo, sul lavoro
    ricovero d’urgenza
    ogni situazione certa o presunta di pericolo di vita

Come usare il servizio

  1) comporre su qualunque telefono il numero 118, la chiamata è gratuita, non occorre gettone o tessera;

  2) attendere la risposta della Centrale Operativa 118

  3) comunicare con calma dove è successo (comune, via, numero civico)
  4) cosa è successo (incidente, malore, ecc.)

  5)  il numero delle persone coinvolte

Quando non chiamare il 118

  - per richiesta di autoambulanza per intervento non urgente (ricoveri programmati, trasferimenti tra ospedali, dimissioni ospedaliere).

Per questi servizi potete rivolgervi direttamente alla  Pubblica Assistenza o trovare informazioni utili qui;
  -  per richiesta del proprio medico
   -  per consulenze medico-specialistiche
   - per informazioni di natura socio-sanitaria (orari degli ambulatori, ecc.)

Il 118 deve essere attivato solo per situazioni che rientrano nel campo dell'emergenza/urgenza (quindi incidenti stradali, gravi traumatismi, infortuni sul lavoro, patologie acute quali infarti del miocardio, gravi difficoltà respiratorie, ictus cerebrali, etc.) e non per problematiche che possono essere risolte, anche in tempi sensibilmente più lunghi, dal medico di famiglia o da quello della continuità assistenziale (guardia medica).

Attivare il 118 per situazioni non pertinenti, significa impegnare il sistema, che non ha e non può avere risorse illimitate, a discapito di chi, in quello stesso momento, può avere una reale necessità.
La chiamata, che è gratuita e si può effettuare anche senza monete o carta telefonica, viene registrata così come previsto dalle normative vigenti.

L'operatore che risponde porrà una serie di domande alle quali il chiamante è tenuto a rispondere, con lo scopo di annotare nome e cognome di colui che necessita di soccorso, indirizzo preciso, numero di telefono e capire la gravità della situazione per attivare la risposta più adeguata. Sono poche, semplici domande (es. respira?, come respira?, è cosciente?, ha dolore?, ecc.) ma essenziali per garantire l'intervento più corretto per quella specifica situazione.

Nell'attesa dei soccorsi colui che chiama non deve riagganciare: è possibile ricevere consigli che possono risultare decisivi per la persona bisognosa di aiuto. Chi chiama è, in quel momento, l'occhio della centrale operativa 118, ed ogni sua indicazione può risultare utile per il servizio (es., attivando anche altri soccorsi) 

SANITARIO

Image description

SOCIALE

Image description

PREVENZIONE

Image description